Home

Corpo Bandistico "G.VERDI"

Giuseppe Verdi

 



La storia...

Come per numerose bande musicali, anche il Corpo Bandistico di Parma vanta radici antiche, dall'unificazione d'Italia con la Banda della Guardia Nazionale fino all'inizio del secondo conflitto mondiale, quando nella città di Parma si esibivano ben cinque gruppi bandistici. Dal volume "Il fondo musicale della banda della guardia nazionale di Parma" - Archivio storico del Teatro Regio, 1993:

Stemma Araldico di Parma

"Nel 1946 a Parma, su iniziativa del maresciallo Campanini, già nell'anteguerra direttore di una banda militare e poi da pensionato di un insieme di cittadini che suonavano in un piccolo complesso privato, i suonatori dei vari corpi di musica preesistenti si raccolsero in una associazione che dette nuovamente vita a una banda, che si intitolò a Giuseppe Verdi. Pur fregiandosi dell'appellativo di cittadina, essa non aveva alcun collegamento con l'Amministrazione municipale, che elargiva saltuari contributi, in cambio della prestazione di qualche servizio in occasione di manifestazioni o ricorrenze. La miseria dei tempi si rifletteva anche sull'abbigliamento: unico distintivo era un cappello. Nel 1951 il M° Campanini dovette ritirarsi per l'età e le condizioni di salute: venne sostituito dal trombonista Guido Dossena, un ferroviere che suonava anche nelle orchestre, e che diresse il complesso fino a ottantatre anni, nel 1974. Nel 1952, a loro spese i suonatori si erano forniti di una divisa color carta da zucchero che un sarto locale aveva concordato di fornire a 8.500 lire ognuna. Nel 1965 il Comune, in cambio di un piccolo contributo fisso annuale, fece una convenzione per 10 servizi all'anno, fornì le divise ai 45 suonatori, e nel 1970 costruì un palco smontabile per la musica in piazza. Dal ritiro di Guido Dossena è storia di oggi: per vent'anni dal 1965 la banda ha avuto una sezione di majorettes, uscite poi dal complesso con la scissione di alcuni strumentisti nel 1985. I presidenti di questa associazione privata devono essere anche suonatori nella banda, e nel dopoguerra si sono succeduti Quirino Tanzi, Giuseppe Guareschi, Ferruccio Dall'Aglio, il dottor Giuliano Bonani, il geometra Ercole Di Berardo, mentre, dopo il Dossena, si sono succeduti sul podio, come direttori della banda e docenti nella scuola di strumenti a fiato annessa, i maestri Celestino Mora (1974), Francesco Porti (1976), Delvino Sgarzini (1981), Daniele Carnevali (1985), Fasano (1988), Roberto Lupi (1990)."

Musica in piazza

Il complesso ha passato periodi prestigiosi ma anche momenti di difficoltà, fino a quando nel 1985 ci fu, con l'impegno del Maestro Daniele Carnevali, compositore bandistico di fama, una svolta decisiva: la banda istituì uno stabile corso di musica, che cominciò a dare presto ottimi elementi da inserire in organico, prese il carattere di banda da concerti e iniziò l'inserimento in organico di diplomati e studenti del conservatorio di Parma, iniziò così un percorso di crescita. Nel 1990 anno in cui si stipulò una storica convenzione economica e di collaborazione con il Comune di Parma, il Maestro Daniele Carnevali lasciò il posto al Maestro Roberto Lupi con il quale il Corpo Bandistico ha trascorso, fino al giugno 2004, quattordici anni di sintonia e stabilità, in questi anni abbiamo ampliato il repertorio e i generi musicali eseguiti, riscuotendo successi di pubblico, nonchè la stima e la fiducia da parte delle Amministrazioni Comunali che si sono negli anni succedute. 

Dal giugno 2004 la direzione è passata nelle mani del M° Alberto Orlandi che immediatamente ha profuso un entusiasmo coinvolgente e una professionalità di direttore apprezzata da tutto il gruppoi. Oltre agli abituali concerti tenuti a Parma in occasione delle più importanti feste nazionali, la banda si è esibita in numerose località della nostra provincia; inoltre ha sviluppato rapporti di attiva collaborazione con storiche compagini bandistiche quali Monzuno (BO), Tresigallo (FE), Vezzano Ligure (SP), Bedonia (PR). Ha partecipato a diverse rassegne, recente quella di Capolago di Varese; è sempre presente nelle celebrazioni verdiane in occasione del Festival che si tiene a Parma nel mese di Ottobre e collabora attivamente con diverse corali della propria provincia (Corale Verdi, Renata Tebaldi, Voci di Parma).

antica